Premi e borse di studio

L'erogazione di premi è una tradizione consolidata per l’Accademia sin dagli anni ottanta del Settecento: alcuni premi dovevano servire come stimolo alla soluzione di problemi scientifici, economici e sociali; altri avevano lo scopo di attribuire lusinghieri riconoscimenti e titoli di nobiltà scientifica a illustri studiosi.

Ancora oggi ogni anno vengono banditi premi rivolti ad affermati studiosi e borse di studio per giovani laureati nel campo delle scienze, della storia e delle lettere. La periodicità e le finalità dei diversi premi sono stabilite in conformità alle regole definite dai donatori.

  • Premio Ferrari Soave

    E' un premio biennale destinato a uno scienziato vivente distintosi per le sue ricerche nel campo delle Scienze biologiche. È  alternativamente nazionale e internazionale.

     

  • Premio Gili Agostinelli

    E' un premio internazionale destinato a un eminente cultore di Meccanica Pura o Applicata o Fisica Matematica classica; Matematica applicata alle Scienze Fisiche o Naturali o all’Ingegneria; Scienze Biologiche o Mediche.

  • Premio Martinetto

    Il premio è un riconoscimento a un italiano che, con atti o manifestazioni di pensiero [...] abbia operato per uno dei seguenti fini: salvaguardia dei tradizionali principi e valori individuali; eliminazione del malcostume e dell’opportunismo; difesa dei diritti dei cittadini.

  • Premio Panetti Ferrari

    E' un premio internazionale, concesso ogni due anni a uno scienziato distintosi nell’ultimo decennio nel campo della Meccanica Applicata in senso lato.

  • Premio Ravani Pellati

    Il premio è destinato a un cittadino italiano che abbia contribuito al progresso nel campo della Fisica o Chimica.

  • Premio Herlitzka

    Il premio è destinato a uno scienziato vivente che si sia particolarmente distinto nell’ultimo decennio per i suoi studi di Fisiologia.
     

  • Premio Burzio

    Il Premio è stato istituito nel 2005 in collaborazione con la Fondazione Filippo Burzio.

     

  • Premi del passato

    Si tratta di premi che hanno esaurito il capitale e che quindi non vengono più banditi.

  • Borse di studio

    L'Accademia bandisce annualmente due borse borse di studio, dell'importo di € 5.000 ciascuna, istituite grazie a un lascito della signora Maria Luisa Petrazzini, per onorare la memoria di Ernesto e Ben Omega Petrazzini e di Angiola Agostinelli Gili.