Prima fase

2006 - 2011

Nuovi spazi per la biblioteca

Questa prima fase di lavori, eseguita da una ATI composta da Rigas, C.I.E.T. e Injectosond, sotto la Direzione Lavori dell'Arch. Turvani, è stata interamente finanziata dalla Compagnia di San Paolo.

L'intervento è iniziato negli interrati, dove dal 2008 sono stati trasferiti i depositi dei periodici. In quindici mesi circa sono stati riqualificati più di 300 mq. e i locali, da cantine con pavimenti in terra battuta e muri scalcinati, sono divenuti moderni magazzini librari.

I lavori sono poi proseguiti senza interruzione nelle grandi sale e negli uffici dei piani primo, terzo, quarto, quinto e sesto.

Il restauro ha richiesto tempi lunghi e revisioni in corso d’opera: è stato infatti necessario mettere ordine tra le molte trasformazioni intervenute nel palazzo nel corso di oltre tre secoli di vita (la parte più antica del palazzo fu costruita dai gesuiti per ospitare il Collegio dei Nobili, la scuola della nobiltà piemontese).

Nel dicembre del 2009 si è verificato il disastroso evento dell’allagamento dell’Accademia, causato dalla rottura dell’impianto antincendio. I danni hanno colpito soprattutto la sala dei Mappamondi, la più importante del palazzo.

Per evitare più gravi conseguenze e mettere in sicurezza la delicata struttura della volta lignea della sala è stato necessario rivoluzionare il programma dei lavori e definire con urgenza i necessari interventi di restauro, mettendo in campo, sotto la guida dei professori e soci dell'Accademia Chiorino e d'Isola, le migliori competenze scientifiche specialistiche del Politecnico di Milano e del CNR (Istituto IVALSA ).

Nel giugno del 2010, mentre proseguivano i lavori di ristrutturazione negli altri piani, si è dato corso, in tempo record, al delicato intervento di messa in sicurezza della volta lignea della sala dei Mappamondi ed al restauro delle superfici decorate: l’intero intervento si è concluso febbraio 2011.

Sempre nel 2011 si sono svolti gli interventi di allestimento della Sala Solari al quarto piano e della Sala lettura al piano nobile. La Sala Solari è stata completamente riallestita, sostituendo le scaffalature metalliche con librerie in noce, realizzate con cura artigianale dalla ditta Pavan sui disegni dell’arch. Turvani.

Le librerie storiche della Sala Cataloghi al piano nobile, bisognose di urgenti interventi di rinforzo, sono state brillantemente restaurate dai tecnici del Centro del Restauro di Venaria.

Guarda alcune immagini del prima e del dopo!