August KEKULE VON STRADONITZ

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Professore di Chimica organica nell'Università di Bonn

Socio corrispondente dal 25 gennaio 1885
Nato a Darmstadt il 7 settembre 1829
Deceduto a Bonn il 13 luglio 1896

Biografia

ll nome di August Kekule von Stradonitz è associato alla definizione della struttura del benzene e dei composti aromatici in generale, basata sulla risonanza.
Kekule von Stradonitz entrò all'Università come studente di Architettura e ne uscì laureato in Chimica.
A convincerlo del cambiamento fu il fascino intellettuale di Justus von Liebig, insieme alla sua innata curiosità e immaginazione.
Nel 1858 coltivò l'idea che l'atomo di carbonio, in tutti i composti organici, si legava agli altri atomi sempre con quattro legami. Prima di quella data i Chimici parlavano della composizione percentuale delle sostanze, ma non avevano idee chiare sulla struttura molecolare. Kekule avanzò l'ipotesi che l'atomo di carbonio potesse legarsi ad altri atomi di carbonio e formare lunghe catene e perfino cicli. In tutte queste strutture il carbonio conservava la sua capacità di combinazione quattro. Con Kekule nacque la Chimica organica strutturale, così come la conosciamo oggi.
Il più bell'esempio di struttura molecolare esagonale è il benzene, la cui forma fu proposta da Kekule von Stradonitz nel 1865. Lo scienziato non volle rivelare il metodo di ricerca adottato per giungere a tale conclusione.
Solo nel 1890, durante una festa in suo onore per il venticinquennale della sua scoperta, Kekule cedette alle pressioni di amici e colleghi e raccontò che 25 anni prima si era addormentato davanti al fuoco e nel sonno aveva visto un serpente che si mordeva la coda. Lo scienziato si svegliò e per tutta la notte lavorò per risolvere l'enigma della struttura ciclica esagonale del benzene. La storia venne raccontata (in varie versioni) nel corso di tutto il secolo successivo.


Dalla Teca Digitale