Hermann Ludwig von HELMHOLTZ

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Medico, fisiologo e fisico

Socio straniero dal 16 gennaio 1870
Nato a Potsdam il 31 agosto 1821
Deceduto a Berlino il 8 settembre 1894

Biografia

Hermann Ludwig von Helmholtz fu uno degli scienziati più poliedrici del suo tempo e venne soprannominato Cancelliere della fisica.

Figlio di un insegnante, studiò medicina all'Istituto medico-chirurgico "Friedrich-Wilhelm" a Berlino, dove si laureò nel 1842. Visto che questo corso di studi prevedeva un successivo servizio militare di otto anni, Helmholtz dal 1843 servì come medico militare a Potsdam. In questo periodo, svolse ricerche sul principio di conservazione dell'energia, pubblicando nel 1847 un fondamentale articolo.

Nel 1848, su raccomandazione di Alexander von Humboldt, fu prematuramente rilasciato dal servizio e in prima istanza iniziò ad insegnare Anatomia all'Accademia d'Arte di Berlino.

Nel 1849 ottenne una cattedra come professore di Fisiologia e Patologia a Kaliningrad, allora nota come Königsberg; qui svolse importanti ricerche sulla velocità di trasmissione degli impulsi nervosi e iniziò a interessarsi di acustica e di ottica fisiologica (nel 1850 inventò, tra l'altro, l'oftalmoscopio).

Nel 1855 passò alla cattedra di Anatomia e Fisiologia a Bonn, nel 1858 quella di Fisiologia a Heidelberg (dove rimase fino al 1871). A Heidelberg compì ampi studi sui moti dell'atmosfera e, in particolare, sulla dinamica dei vortici in un fluido perfetto che verranno ripresi da Lord Kelvin e Peter Guthrie Tait nell'ambito del modello dell'atomi-vortice; svolse, inoltre ricerche sui fondamenti della matematica e della geometria (in particolare delle geometrie non-euclidee).

Nel 1870 Helmholtz divenne membro dell'Accademia delle Scienze Prussiana. Nel 1871 si trasferisce a Berlino come professore di Fisica. Gli anni berlinesi sono particolarmente importanti per i suoi studi sull'elettrodinamica: nel 1881, in un famoso intervento, suggerì, tra i primi, l'idea di atomo di elettricità, e in seguito sostenne il lavoro del suo allievo Hertz.

Nel 1888 Helmholtz divenne il primo presidente dell'appena fondato Istituto Nazionale di Fisica e Tecnica (Physikalisch-Technischen Reichsanstalt) a Charlottenburg.

 

Dalla Teca Digitale