Jacobus Henricus VAN'T HOFF

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Premio Nobel per la chimica nel 1901

Socio corrispondente dal 27 maggio 1894
Socio straniero dal 5 marzo 1905
Nato a Rotterdam il 30 agosto 1852
Deceduto a Berlino il 1 marzo 1911

Biografia

Jacobus Henricus van't Hoff, Premio Nobel per la Chimica nel 1901, si laurea in Chimica pratica al Politecnico di Delft, dove si distingue per aver completato in due i tre anni del corso, classificandosi al primo posto all'esame finale. In questi anni legge le opere di fondamentale importanza per la sua formazione: il Corso di Filosofia positiva di A. Comte, la Storia delle Scienze induttive di W. Whewell e il saggio del Filosofo e Storico francese Hippolyte Adolphe Taine De l'intelligence.

Jacobus Henricus van't Hoff maturò una visione della teoria Chimica basata sulle leggi della Fisica. Egli acquisì gli strumenti matematici necessari alla realizzazione di questa visione della Chimica all'Università di Leida e quelli della conoscenza Chimica a Bonn con F. A. Kekulé von Stradonitz nel periodo 1872-73 e a Parigi con C.A. Wurtz nel 1874. In questo stesso anno, ritornato in Olanda, conseguì il dottorato di ricerca a Utrecht sotto E. Mulder con una dissertazione sugli acidi cianoacetico e malonico intitolata Contributo alla conoscenza degli acidi cianoacetico e malonico.

 

Dalla Teca Digitale