Onnes Heike KAMERLINGH

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Professore di Fisica nell'Università di Leida

Socio straniero dal 5 marzo 1922
Nato a Groningen il 21 settembre 1853
Deceduto a Leida il 21 febbraio 1926

Biografia

Fisico olandese, Premio Nobel per la Fisica nel 1913.

Nel 1870 si iscrisse all'Università di Groningen e, nel 1879, prese la laurea di Medico con una tesi notevole Nieuwe bewijzen voor de AARDE der aswenteling (Nuove prove della rotazione della terra).
Ottenne un dottorato honoris causa presso l'Università di Berlino e fu insignito della Medaglia Matteucci, della Medaglia Rumford e della Medaglia Franklin.

Nel 1881 fu nominato Professore di Fisica Sperimentale e Meteorologia presso l'Università di Leida.

Nel 1908 fu il primo Fisico a liquefare l'elio.

A Kamerlingh viene attribuita la scoperta dei superconduttori (1911). Egli, eseguendo fondamentali ricerche sulle temperature prossime allo zero assoluto, aveva notato come in certi conduttori metallici la dipendenza di ρ (resistività) dalla temperatura rimanesse uguale a temperature alte e diventasse, invece, bruscamente nulla in prossimità dello zero assoluto.

Fu membro della Società degli Amici delle Scienze a Mosca e delle Accademie delle Scienze di Amsterdam, Copenaghen, Uppsala, Torino, Vienna, Gottinga e di Halle ed anche membro straniero dell'Accademia dei Lincei di Roma e della Royal Society di Londra. Fu inoltre membro onorario della Società di Fisica di Stoccolma, della Helvétique Société des Sciences Naturelles, della Royal Institution di Londra e del Franklin Institute di Philadelphia.

 


 

 

Dalla Teca Digitale