Anders Johann (Andrej Ivanovič) LEXELL ( LEKSEL´)

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Astronomo e matematico

Socio straniero dal 20/11/1783
Nato a Åbo (oggi Turku, Svezia) il 24/12/1740
Deceduto a San Pietroburgo il 30/11/1784

Socio nominato con lettere patenti di fondazione

Cenni biografici

Di origine svedese, si trasferì in Russia nel 1768, inviato da Caterina I a lavorare presso l'Accademia Russa delle Scienze di San Pietroburgo, dove collaborò con Eulero; nel 1771 ricevette l'incarico di professore di astronomia e 1783 fu incaricato di succedere al grande scienziato nell'insegnamento della matematica

Il suo nome resta legato a una cometa osservata nel 1770 (cometa di Lexell), la prima a periodo breve (5,5 anni) che sia stata studiata; tale cometa non è più ricomparsa, e si suppone che sia scomparsa per perdita dell'involucro gassoso. Lehell dimostrò poi che un nuovo oggetto celeste scoperto da W. Herschel (1781) non era una cometa, ma un pianeta (Urano), e da certe irregolarità del suo moto dedusse l'esistenza di pianeti ancor più lontani.

Il nome di Lexell resta anche legato alla trigonometria sferica; egli prese infatti in esame triangoli sferici più generali di quelli studiati da Eulero. 

Dalla Teca Digitale