Carlo Antonio GALEANI NAPIONE DI COCCONATO

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Chimico e Mineralogista

Socio nazionale residente dal 25/07/1783
Nato a Torino il 31/10/1756
Deceduto a Rio de Janeiro il 27/06/1814

Chimico e mineralogista piemontese. La sua classificazione rappresentò per quei tempi il culmine della fase descrittiva della mineralogia.Socio eletto con Lettere Patenti.

Chimico e mineralogista, nacque a Torino il 31 ottobre 1756 e morì a Rio de Janeiro il 27 giugno 1814. Fu eletto Socio nazionale con le lettere patenti di fondazione dell'Accademia il 25 luglio 1783.

Fu l'autore del primo trattato italiano di Mineralogia, gli Elementi di Mineralogia esposti a norma delle più recenti osservazioni e scoperte, stampato a Torino nel 1797. In quest'opera vengono discussi i caratteri esterni, la classificazione e la descrizione dei minerali secondo il sistema di Werner, di cui il Napione era stato allievo a Freyberg nel 1788.

Poiché a quell'epoca né i metodi chimici d'analisi né quelli fisico-cristallografici permettevano di identificare con sicurezza un minerale, il Napione, seguendo il Werner, elaborò un sistema di classificazione basato sulle «caratteristiche complesse» descrivendo in dettaglio le proprietà fisiche quali ad esempio il colore, la lucentezza, la trasparenza, la coesione, la frattura, la durezza, la densità, la conducibilità termica, le configurazioni esterne.

La sua classificazione rappresentò per quei tempi il culmine della fase descrittiva della mineralogia poiché i relativi metodi di identificazione, non richiedendo l'uso di particolari strumenti, rispondevano bene alle necessità pratiche, in particolare a quelle dell'industria mineraria.

a cura di g. r., 2005

Dalla Teca Digitale