Edoardo VESENTINI

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
professore emerito, già ordinario di Analisi matematica nel Politecnico di Torino; presidente onorario dell’Accademia Nazionale dei Lincei

Socio corrispondente dal 14/03/1995
Nato a Roma il 31/05/1928

Curriculum vitae

Il Prof. Vesentini è stato docente di Geometria all'Università di Pisa dal 1959 e dal 1967 al 1996 alla Scuola Normale Superiore, della quale è stato anche Direttore dal 1978 al 1987 per poi passare, dal 1996, alla cattedra di Analisi Matematica al Politecnico di Torino.

Sia nei primi anni come giovane ricercatore sia successivamente come ricercatore e docente, Vesentini ha trascorso lunghi periodi in importanti centri scientifici in Italia e all'estero; è stato ricercatore con F. Severi e B. Segre presso l'Istituto nazionale di Alta Matematica (del quale ha tenuto la Presidenza dal 1978 al 1986) e dal 1966 al 1974 ha fatto parte del Comitato Esecutivo dell'lnternational Mathematical Union. È stato Research Professor presso la University of Maryland (dal 1971 al 1980) e Visiting Professor presso l'Institut des Hautes Etudes Scientifiques (Bures-sur-lvette, 1961, 1967), il Tata Institute of fondamental Research (Bombay, 1965), l'Università del Cairo e Istanbul (1966) e il Forschung Institut fuer Mathematik (Zurigo, 1968). È stato inoltre Research Associate, presso l'Università di Harward nell'A.A. 1963/64 e ha tenuto seminari e conferenze in importanti Università e centri scientifici di Europa, America, Asia.

La sua opera matematica è vasta e varia: spazia dalla geometria algebrica alla geometria differenziale globale, dalla topologia algebrica alla teoria delle varietà complesse. Tra i tanti notevoli risultati da lui conseguiti va, in particolare, ricordato quello in cui stabilisce che le classi canoniche di Eger-Todd-B.Segre di una varietà algebrica corrispondono esattamente, secondo la dualità di Poincaré, alle classi di Chern della stessa varietà. Altri importanti risultati di Vesentini riguardano difficili questioni di rigidità di domini complessi pluridimensionali, funzioni olomorfe a valori in uno spazio o in un'algebra di Banach.

Numerosi sono i riconoscimenti e i premi che gli sono stati conferiti: il Premio Pomini nel 1956; il Premio Bonavera nel 1959; il Premio Caccioppoli nel 1962; la Medaglia d'oro della Società Italiana delle Scienze nel 1975; il Premio Antonio Feltrinelli per la Matematica a cittadini italiani nel 1981; la Medaglia d'oro di Benemerito della Scuola, della Cultura e dell'Arte.

Dal 1988 è Socio nazionale dell'Accademia dei Lincei della quale è stato Presidente dal 1997 al 2003; dal 1979 Socio corrispondente dell'Istituto Lombardo di Scienze e Lettere; dal 1997 Socio dell'Accademia Nazionale detta dei XL e Socio straniero dell'Accademia delle Scienze russa.

 

Testi consultabili on line

Tullio Franzoni ed Edoardo Vesentini, Holomorphic maps and invariant distances in North-Holland mathematics studies, n.40, Elsevier North-Holland, 1980.  

Manifolds and Geometry, a cura di Paolo De Bartolomeis, Franco Tricerri ed Edoardo Vesentini, Cambridge University Press, 1996. 

Partial Differential Equations and Applications: Collected Papers in Honor of Carlo Pucci, a cura di Paolo Marcellini, Edoardo Vesentini e Giorgio G. Talenti, Marcel Dekker Inc., 1997.

 

 

Ultimo aggiornamento giugno 2009

Dalla Teca Digitale