Evaristo BRECCIA

Classe di Scienze morali, storiche e filologiche
Professore di Antichità classiche nell'Università di Pisa

Socio corrispondente dal 28/05/1922
Nato a Offagna (AN) il 18/07/1876
Deceduto a Roma il 28/07/1967

Biografia

Dopo la laurea nel 1900 con Giulio Beloch, entrato nella Scuola archeologica. con l'appoggio di Pasquale Villari e Domenico Comparetti e non ostante l'opposizione di Luigi Pigorini, ottenne nel 1903 di partecipare all'attività archeologica in Egitto della Missione creata da Ernesto Schiaparelli, e l'anno successivo fu nominato quale successore di Giuseppe Botti nella direzione del Museo greco-romano di Alessandria. Archeologo classico di ispirazione storico-filologica, eseguì scavi ad Alessandria, nel Faium, nel Medio Egitto e a Cirene (Libia), facilitando la venuta in Egitto di missioni archeologiche e papirologiche italiane, finché nel 1930 fu chiamato all'Università di Pisa. Assunto l'insegnamento nel 1931, condusse ancora fruttuosi scavi in Egitto, finché ne fu impedito da una malattia e dalla nomina a Rettore dell'Università nel 1939-1941. Ritiratosi dopo la guerra a vita privata, feconda di pubblicazioni ma funestata dal suicidio di un figlio, morì suicida il 28 luglio 1967.

 

A.R.

 

Dalla Teca Digitale