Giacinto Sigismondo GERDIL

Classe di Scienze morali, storiche e filologiche
Teologo, filosofo e scienziato

Socio nazionale residente dal 1760
Nato a Samoëns (Savoia) il 23 giugno 1718
Deceduto a Roma il 12 agosto 1802

Biografia

Entrato nel 1734 nell'ordine dei Barnabiti ad Annecy nel 1735, dopo il noviziato, fu inviato a studiare a Bologna. Il suo precoce ingegno gli attitò la benevolenza del cardinale Prospero Lambertini, futuro papa Benedetto XIV.

Terminati gli studi diviene docente di Filosofia a Macerata e, nel 1738, a Casale Monferrato, divenendo anche prefetto del Real Collegio. Nel 1749 diviene titolare dell'insegnamento di Filosofia Morale e nel 1754 di Teologia Morale alla Regia Università di Torino.

Papa Pio VI lo nomina Vescovo Titolare di Dibon il 2 marzo 1777 e successivamente cardinale nel concistoro (del 15 dicembre 1777), carica che lo costringe a trasferirsi a Roma. Tra i candidati alla successione di Papa Pio VI (morto nel 1799), non fu eletto a causa delle dichiarazioni del cardinale Franz Herzan, secondo le quali non era gradito all'imperatore. 

 

Giovanni Piantoni, Vita del cardinale Giacinto Sigismondo Gerdil: Barnabita, e analisi di tutte le stampate sue opere, 1851

Dalla Teca Digitale