Giambattista GUATTERI

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Professore di Botanica nell'Università di Parma

Socio corrispondente dal 7 dicembre 1783
Nato a Castelnovo di Sotto (Reggio Emilia) il 27 agosto 1739
Deceduto a Parma il 1 luglio 1793

Biografia

Trasferitosi a Parma nel 1755 per frequentare un corso universitario, nel 1765 passa all'Università di Padova, per volontà del duca di Parma Ferdinando di Borbone, dove segue i corsi dell'insigne botanico Giovanni Marsili, conseguendo nel giro di due anni il dottorato in Scienze naturali.

Nel 1769 gli viene affidata la cattedra di Botanica dell'Università di Parma. Il suo nome è legato all'orto bontanico di questa università, da lui fondato sul modello di quello di Padova, funzionante dal 1545. Nel febbraio 1770 viene approntato il terreno e dopo qualche anno l'Orto botanico di Parma entra in funzione. Guatteri inizia una collaborazione scientifica con i maggiori orti botanici europei, in particolare con il Giardino Reale di Madrid, dal quale ottiene numerose nuove specie botaniche provenienti dalle Americhe.

Nel 1793 vengono costruite delle nuove serre, su progetto dell'architetto Ennemond Petitot. Per dotare gli studenti di un testo aggiornato, traduce dallo spagnolo il Corso elementare teorico di botanica ed introduzione alla parte pratica di Casimiro Ortega, direttore dell'orto botanico di Madrid.

E' stato uno dei primi botanici italiani ad adottare il nuovo sistema tassonomico proposto da Linneo.

 

Dalla Teca Digitale