Giorgio PASQUALI

Classe di Scienze morali, storiche e filologiche
Filologo, professore di letteratura greca nelle Università di Messina e Firenze

Socio corrispondente dal 28/04/1937
Nato a Roma il 29/04/1885
Deceduto a Belluno il 09/07/1952

Biografia

Ebbe accesso precoce, grazie al padre, all'Istituto archeologico germanico, si formò alla scuola di Giulio Beloch (condiscepolo di Giorgio Levi della Vida) e poi in Germania, a Gottinga e Berlino, con cui intrattenne stretti contatti tutta la vita. Attraverso una movimentata carriera accademica, successe a Girolamo Vitelli nell'Istituto di studi superiori di Firenze durante la Grande Guerra e dal 1931 insegnò anche nella Scuola normale superiore di Pisa. Oggetto del suo insegnamento, sotto varie denominazioni, furono le letterature greca e romana, non senza sconfinare nelle letterature italiana e tedesca.. Ammiratore di Benedetto Croce, avverso al Fascismo, ma pure amico di Giovanni Gentile. Tra la vasta produzione di studi filologici ed esegetici il suo nome è legato alla critica del testo, pur se ebbe massima reputazione nella conoscenza della metrica greca (come il suo allievo Gennaro Perrotta) con particolare attenzione per gli studi di glottologia indoeuropea del suo tempo.

 

a cura di A.R.

Dalla Teca Digitale