Giuseppe Giacinto MORIS

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Professore di botanica nell'Università di Torino

Socio nazionale residente dal 22/11/1829
Nato a Orbassano (Torino) il 25/04/1796
Deceduto a Torino il 18/04/1869

Medico allievo di Balbis, il suo lavoro più importante è la Flora Sardoa (1837/59) scritto per fornire al Re Carlo Felice informazioni utili per la valorizzazione della Sardegna.

L’Accademico Prof. Sen. Giuseppe Giacinto Moris nasce a Orbassano (To) nel 1796 e muore a Torino nel 1869. Allievo di Giovan Battista Balbis, si laurea in Medicina a Torino nel 1814. Ricopre numerosi incarichi scientifici e pubblici: dal 1829 è Accademico delle Scienze, dal 1836 al 1838 è Vicepresidente dell’Accademia di Agricoltura, dal 1859 è Vice Presidente del Consiglio di Istruzione pubblica. È anche Senatore del Regno e Grand’Ufficiale all’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro e dell’Ordine al Merito di Savoia.

Il suo lavoro più importante è la Flora Sardoa (1837/59) in tre volumi con 111 tavole, intrapresa per fornire al Re Carlo Felice informazioni utili per la valorizzazione della Sardegna. Quest’opera dimostra la stretta connessione tra la Botanica e la Medicina in quanto fu composta quando era professore a Cagliari di Clinica Medica.

La connessione tra Botanica e Medicina è confermata dalla sua nomina a Professore di Materia Medica e Botanica nell’Università di Torino nel 1832. Le collezioni del Moris sono di grande rilievo e sono conservate nell’Erbario del Dipartimento di Biologia Vegetale, a testimonianza della sua opera meritoria, ma non innovativa.

a cura di m. f., 2005

Dalla Teca Digitale