Giuseppe GIBELLI

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Professore di Botanica nell'Università di Torino

Socio corrispondente dal 16 gennaio 1881
Socio nazionale residente dal 15 giugno 1884
Nato a Santa Cristina (PV) il 2 febbraio 1831
Deceduto a Torino il 16 settembre 1898

E' uno dei primi studiosi al mondo che abbiano lavorato sulla Biologia delle Simbiosi, ossia delle interazioni stabili tra organismi differenti.

Giuseppe Gibelli nasce a Santa Cristina (PV) nel 1831 e ivi muore nel 1898. Si laurea in Medicina a Pavia dove è allievo di Gasparrini. È tra i primi botanici accorso in Germania per apprendere le tecniche microscopiche e i nuovi metodi della scuola botanica tedesca. A Torino è Ordinario di Botanica e Direttore dell’Istituto ed Orto Botanico dal 1883 al 1898.

Con lui la Botanica si trasforma in una scienza biologica che sfrutta le apparecchiature chimiche, fisiche e microscopiche per costruire modelli funzionali di piante e funghi e delle loro interazioni. Egli è uno dei primi studiosi al mondo che abbiano lavorato sulla Biologia delle Simbiosi, ossia delle interazioni stabili tra organismi differenti.

Tramite l’Accademia delle Scienze, l’Accademia di Agricoltura (della quale fu socio dal 1878) e l’Università ebbe proficui scambi e collaborazioni sia con H.A. De Bary sia con il russo A.S. Famintsin. Lavorò assiduamente sulle simbiosi di piante, funghi e batteri. È lo scopritore delle micorrize (1883) di cui pubblica presso l’Accademia delle Scienze il primo preparato microscopico nel 1874. Presso l’Accademia delle Scienze di Torino pubblica anche i suoi lavori sui Trifogli in cinque fascicoli (1887- 1892).

a cura di m. f., 2005

Dalla Teca Digitale