Ludwig BOLTZMANN

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Fisico matematico

Socio corrispondente dal 12/01/1896
Nato a Vienna il 20/02/1844
Deceduto a Duino (TS) il 06/09/1906

Fisico austriaco nato a Vienna il 20 febbraio 1844, propose una trattazione fondamentale della teoria cinetica dei gas in base ai metodi della fisica meccanica statistica, fu socio Socio corrispondente dell’accademia delle scienze di Torino dal 12/01/1896.

Compì i suoi studi a Linz e all'università di Vienna insegnando, dal 1896, fisica matematica presso l'università di Graz, occupando dal 1876 sino al 1890 la cattedra di fisica sperimentale.

Intorno al 1870 pubblica una serie di lavori in cui stabilisce un preciso legame tra l'energia posseduta da un gas e la sua temperatura assoluta, fornendo una definizione più generale di entropia.

In collaborazione poi con Joseph Stefan si occupò dello spettro del corpo nero e formulò la legge, detta di "Stefan-Boltzmann".

Nel 1885 diventa membro dell'Accademia Imperiale delle Scienze (Austria).

Nel 1888 è consigliere del governo, e l’anno successivo diventa consigliere di corte e poi gli viene assegnata la cattedra di Fisica teorica a Monaco, poi nel 1893 otterrà un’altra cattedra sempre di fisica a Vienna.

Nel 1895 diventa socio straniero dell’accademia dei lincei.

Nel 1899 fece un viaggio in USA dove gli venne consegnata la laurea honoris causa nel Massachusetts, l’anno successivo aveva una cattedra di fisica teorica a Lipsia.

Nel 1906 Morto suicida per impiccamento a Duino (Trieste), mentre era in vacanza estiva con la famiglia. I motivi del suicidio sono a tutt'oggi incerti.  

 

A cura di Tcaciuc C., Rosiello A. e Di Gioia G.

Progetto Alternanza scuola lavoro anno 2016/2017

 

Dalla Teca Digitale