Raffaele PIRIA

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Professore di chimica nell'Università di Pisa

Socio corrispondente dal 07/12/1845
Socio nazionale residente dal 14/06/1857
Nato a Scilla (Calabria) il 20/08/1813
Deceduto a Torino il 18/07/1865

A questo chimico di origine calabra si deve l'isolamento e il riconoscimento dell'acido salicilico.

Calabrese, partecipe alle battaglie risorgimentali, comandante del Battaglione Studenti alla battaglia di Curtatone, Raffaele Piria fu chiamato a Torino nel 1856 dal Ministro Lanza quale insegnante di Chimica Generale all'Università.

Fu preferito, proprio per i suoi trascorsi patriottici, in una società sensibile ai rivolgimenti nazionali, al Sobrero (fatto che determinò una frattura nell'amicizia tra questi e il Ministro, poi sanata dopo qualche anno). Realizzò nuovi metodi sperimentali in particolare di aldeidi (la cui sintesi porta il suo nome), compì ricerche considerate classiche sulla salicina e altri derivati naturali.

Suo l'isolamento e il riconoscimento dell'acido salicilico.

a cura di g. di m., 2005

Dalla Teca Digitale