Salvatore COLUCCIA

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Professore emerito di Chimica fisica nell'Università di Torino

Socio corrispondente dal 16/05/2007 per scienze chimiche
Socio nazionale residente dal 12/04/2017
Nato a Taranto il 21/05/1942

Curriculum vitae

Professore emerito di Chimica Fisica presso la Facoltà di Scienze MFN dell'Università di Torino, ha insegnato inoltre Chimica Fisica, Fotochimica, Tecniche di Analisi di Superficie ed altre materie correlate nei Corsi di Laurea in Biotecnologie, Chimica e Chimica Industriale. E' stato componente del Consiglio di Amministrazione dell'Università di Torino e di quello del Politecnico, Vicerettore dell'Università di Torino dal 1984 al 1996, Direttore del Dipartimento di Chimica IFM tra 1993 e 1996 e Componente del Comitato Consultivo del CUN per le Scienze Chimiche dal 1988 al 1997. E'stato inoltre membro del Senato Accademico come rappresentante dell'Area Chimica.

Dopo prolungate permanenze in laboratori inglesi ai tempi della sua formazione è stato più volte Visiting Professor presso le università di Paris VI e Osaka. Collabora su temi di Chimica delle Superfici e Catalisi con numerose Università e Istituzioni, tra cui la Royal Institution di Londra, Paris VI, Berkeley, Campinas e il Centro Ricerche FIAT e il CNR-ISTEC. E' stato Presidente della Divisione di Chimica Fisica (2000-2003), della Società Chimica Italiana e Componente del Working Party on Professional Affairsof FECS.

La sua ricerca scientifica si colloca nell'ambito degli studi sulla struttura della materia con specifico interesse alle variazioni delle proprietà elettroniche dai materiali massivi ai nanomateriali. I campi più coltivati riguardano la Chimica dei Materiali e la Chimica delle Superfici con prevalente interesse per la determinazione della struttura dei siti attivi nei fenomeni di assorbimento e nei processi catalitici. Alle attività di caratterizzazione si è affiancato un crescente impegno per la progettazione e la sintesi di materiali inorganici micro e mesoporosi, opportunamente funzionalizzati con terminali organici che ne consentano l'inserimento in materiali nanocompositi e l'adozione come possibili vettori di vari componenti in sistemi biologici.

 

 

Ultimo aggiornamento giugno 2017

 

Redazione a cura di Andrea Guerra, Stefano Pittori, Roberto Di Cunto e Bianca Quirico

Progetto Alternanza Scuola-lavoro a.s. 2016-17

Dalla Teca Digitale