Sebastiano GIRAUD

Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
Medico

Socio corrispondente dal 10/07/1801
Nato a Pinerolo (TO) il 1735
Deceduto a Torino il 18/09/1803

Biografia

Medico, tra i più accesi seguaci del mesmerismo in Piemonte, socio dell'Accademia di Agricoltura di Torino dal 1785, Giraud era stato accolto tra gli Illuminati di Baviera con il nome di fratello Eques a Serpente (per via del Caduceo, tradizionale emblema dell'arte medica) e si era segnalato in qualità di animatore della vita massonica sabauda negli anni Settanta e Ottanta del Settecento.

Con l'arrivo della Rivoluzione nel Regno di Sardegna, alla fine del 1798, Giraud ebbe occasione di svolgere un ruolo di primo piano nel nuovo sistema scolastico: repubblicano convinto e sostenitore dell'annessione del Piemonte alla Francia, fu membro di numerose commissioni di governo e, tra il 1800 e il 1803, fece parte del Jury d'instruction publique insieme con Carlo Botta e Francesco Brayda, avviando un'intensa opera di riforma della scuola, destinata a lasciare scarse tracce, ma estremamente innovativa e coraggiosa. Nello stesso periodo, ricoprì l'incarico di direttore del prestigioso Collegio delle Province, trasformato in Pritaneo nazionale sull'esempio francese, a cui era affidata la formazione delle élites intellettuali dello Stato.

All'inizio del 1803, il nuovo Amministratore generale del Piemonte, Jacques-François de Menou, chiamato da Napoleone a mettere in piedi un Jury più moderato e in linea con gli orientamenti politici del Primo Console, accusò Giraud e i suoi colleghi di sprechi, senza per altro mai documentarli, e li rimosse dai loro incarichi. A nulla valse l'intensa opera apologetica del medico pinerolese, il quale morì nei mesi immediatamente successivi allo scandalo.

 

Biografia tratta dal sitowww.history-on-line.eu

Dalla Teca Digitale