Vladimiro ZAGREBELSKY

Classe di Scienze morali, storiche e filologiche
magistrato a riposo; già giudice della Corte europea dei diritti dell’Uomo; direttore del Laboratorio dei Diritti fondamentali di Torino

Socio corrispondente dal 15/05/2012 per scienze giuridiche
Nato a Torino il 25/03/1940

Curriculum vitae

Libero docente in Diritto penale nel 1970, magistrato dal 1965, ha ricoperto vari incarichi giudiziari a Torino ed è stato componente del Consiglio Superiore della Magistratura. Dal 1998 all'aprile 2001 è stato a capo dell'Ufficio Legislativo del Ministero della Giustizia. Presidente o componente di diverse Commissioni ministeriali di studio, ha presieduto la Commissione ONU (Vienna), per la prevenzione del crimine e la giustizia penale per l'anno 2000-2001. Il 25 aprile 2001 è stato eletto giudice della Corte europea dei diritti dell'uomo dall'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa. Il suo mandato, rinnovato nel 2007, si è concluso nel mese di aprile 2010. Dal 2010 docente a contratto di Sistema europeo di protezione dei diritti fondamentali della persona (Università della Valle d'Aosta). Dirige il Laboratorio dei Diritti Fondamentali - LDF di Torino. Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al merito della Repubblica (2010).  


Pubblicazioni

Ha pubblicato numerosi articoli e note in riviste giuridiche, voci di enciclopedie giuridiche nonché volumi su Reato continuato (Giuffré, 1° ed. 1970 e 2° ed. 1976), Lesioni e percosse (Giuffré, 1980). E' autore di commenti a parti del Codice penale (Concorso di reati, Reati contro la famiglia, Reati contro l'incolumità pubblica) nella collana di studi di cui è direttore, Rassegna di giurisprudenza sul codice penale e sulle leggi penali speciali, UTET, 2° ed., 1999. E' altresì autore di studi di carattere giuridico e di carattere storico in materia di sistema giudiziario e magistratura, tra cui Stabilire le priorità nell'esercizio obbligatorio della azione penale, in Il Pubblico ministero oggi, Giuffré, 1994; (con P. L. Comoglio), Modello accusatorio e deontologia dei comportamenti processuali nella prospettiva comparatistica, in Rivista italiana di diritto e procedura penale, 1993, p.435; La magistratura ordinaria dalla Costituzione a oggi, in Legge, Diritto, Giustizia, Einaudi, 1998. E' componente della direzione di Cassazione Penale e del Consiglio scientifico di Diritti Umani e Diritto Internazionale.  

In tema di diritti fondamentali ha pubblicato: Corte, convenzione europea dei diritti dell'uomo e sistema europeo di protezione dei diritti fondamentali, in La Corte costituzionale compie cinquant'anni, in Foro italiano, 2006; Questions autour de Bromiowski, in Liber Amicorum Luzius Wildhaber. Human Rights - Strasbourg Views. Droits de l'homme - Regards de Strasbourg, Kehl-Strasbourg-Arlington, N.P.Engel, 2007 e, in trad.it., con il titolo Violazioni strutturali e Convenzione europea dei diritti umani: interrogativi a proposito di Broniowski, in Diritti umani e diritto internazionale, 2008, p.5 s.; Diritti dell'Uomo e Libertà Fondamentali, La giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo e della Corte di giustizia delle Comunità europee, voll. I, II, III, Milano, Giuffré ed., 2006-2008 (con M.de Salvia); La Convenzione europea dei diritti dell'uomo e il principio di legalità nella materia penale, in Ius17@unibo.it , Studi e Materiali di diritto penale, 2009, p.57 s.; L'avvenire del sistema europeo di protezione dei diritti umani affidato per ora al Protocollo n.14 bis, in Diritti umani e diritto internazionale, 2009, p.469 s.; La conferenza di Interlaken per assicurare l'avvenire della Corte europea dei diritti umani, ivi, 2010, p.309 s.; Considérations sur les sources d'inspiration et la motivation des arrêts de la Cour européenne des droits de l'homme, in Festschrift für Renate Jaeger, Grundrechte und Solidarität, N.P.Engel Verlag, Kehl am Rhein, 2010, p.211 s.; La Convenzione europea dei diritti dell'uomo e il principio di legalità nella materia penale, in La Convenzione europea dei diritti dell'uomo nell'ordinamento penale (a cura di V. Manes e V. Zagrebelsky), Milano, Giuffré, 2011, p.69 s.; Commentario Breve alla CEDU, Convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali (a cura di S. Bartole, P. De Sena, V. Zagrebelsky), Padova, Cedam, 2012; La Corte europea dei diritti dell'uomo dopo sessant'anni. Pensieri di un giudice a fine mandato, Spinelli Lecture 2011, in Foro it., 2012, V. 

 

 

ultimo aggiornamento giugno 2012

 

 

Dalla Teca Digitale