Letteratura

Chi comanda la lingua. Da dove viene la norma dell'italiano?

Claudio Marazzini (Università del Piemonte orientale)

24 febbraio 2021, ore 17.30 

Première YouTube sul canale dell'Accademia delle Scienze
sesta conferenza dei I Mercoledì dell'Accademia 2020-21 

Abstract

La lingua ha le sue regole, a cui a volte si fa appello in maniera molto determinata, invocando il potere risolutivo ed univoco che sta nel verdetto della grammatica o del dizionario. Ma da dove vengono le regole? L’autorità che le impone è sempre la medesima? Dove risiede? È costituita forse dalla casta dei grammatici? O si annida nella scuola, nella penna rossa e blu degli insegnanti? Oppure sta nel prestigio di certi scrittori, più bravi o più fortunati degli altri? Oppure, ancora, sta nelle accademie deputate alle buona conservazione della lingua nazionale? La conversazione di Claudio Marazzini, attraverso l’esame di un manipolo di esempi concreti, affronta appunto il problema dell’autorità nella lingua e sulla lingua, per dimostrare come essa derivi da un insieme di circostanze, non sempre le medesime. Le forze che abbiamo evocato possono tutte quante influire sulle scelte dei parlanti e degli scriventi. L’autorità che governa la lingua, alla fin fine, coincide con l’orientamento della comunità sociale, ma la spinta collettiva e maggioritaria non soffoca totalmente le voci dissidenti, e a sua volta può essere influenzata da fattori e principi diversi. Insomma, la fatidica e invocata “norma” molte volte nasce dal conflitto o dalla concorrenza tra norme.

 

 

Vai al calendario completo del ciclo