Dagli aerei supersonici alla logica matematica. Abraham Robinson (1918-1974), vita avventurosa di un matematico completo

Martedì 16 ottobre 2018, ore 10.30

Sala dei Mappamondi

 

PROGRAMMA 

 

Ore 10.30

Introduce e presiede
Alberto Conte, Accademia delle Scienze

Gabriele Lolli, Accademia delle Scienze
La vita coraggiosa di Abraham Robinson 

Gabriele Lolli, Accademia delle Scienze
Il matematico e la guerra

 

Ore 14.30

Presiede Gabriele Lolli, Accademia delle Scienze

Carlo Toffalori, Università di Camerino
La metamatematica dell’algebra

Paola D’Aquino, Università della Campania Luigi Vanvitelli
I campi differenzialmente chiusi

Mauro Di Nasso, Università di Pisa
L’analisi non-standard

Discussione

 

Sala dei Mappamondi, Ingresso da Via Accademia delle Scienze 6

 


Abstract

Abraham Robinson è stato uno degli ultimi grandi matematici per i quali non c’è differenza tra matematica pura e matematica applicata, e che ha dato contributi originali in tutte le discipline, algebra, geometria, analisi, meccanica, logica. 

Ha lavorato su problemi di meccanica strutturale e di aerodinamica per il Ministero dell’Aeronautica britannico, e alla fine della guerra era riconosciuto come uno dei massimi esperti del volo supersonico.  Nello stesso tempo ha posto le basi e l’indirizzo della nuova disciplina logica della teoria dei modelli, che studia i rapporti tra le teorie assiomatiche, soprattutto algebriche e geometriche, e i loro modelli. Il suo successo più esaltante è stato la costruzione dell'analisi non standard, una teoria coerente con infinitesimi e infiniti che permette sia la presentazione del calcolo infinitesimale alla Leibniz, sia applicazioni di sorprendente potenza in tutti i rami della matematica più avanzata.