Guglielmo Marconi e la radio

Guglielmo Marconi Accademico

In un momento in cui la comunicazione a distanza è più importante che mai, vogliamo ricordare la figura di Guglielmo Marconi

Padre della telegrafia senza fili, da cui poi si sono sviluppate la radio, la televisione e ogni altro sistema di comunicazione senza fili, diventa socio corrispondente della nostra Accademia il 24 febbraio 1918.

Come riconoscimento per i contributi in questo campo, nel 1909 era stato insignito del premio Nobel per la Fisica assieme al fisico tedesco Karl Ferdinand Braun.

 

Gli esperimenti. Dopo i primi tentativi del 1894, Marconi concretizza i suoi primi esperimenti per trasmettere onde elettromagnetiche senza fili di collegamento nel 1895, riuscendo a inviare un segnale a una distanza maggiore di due chilometri. L’anno successivo, ospite di parenti a Londra, trasmette senza fili un segnale a una distanza di circa un chilometro. Di mese in mese aumenta le distanze, e nel luglio del 1897 fonda a Londra una società per lo sviluppo e la commercializzazione dei sistemi di comunicazione senza fili. Nel 1900 l’azienda prende il nome di Marconi’s wireless telegraph company, che nel corso di pochi anni installa la maggior parte delle stazioni radio in diverse parti del mondo. Quando ottiene il premio Nobel, il segnale è già stato trasmesso e ricevuto attraverso l’Atlantico.

Tra i documenti del nostro archivio si conserva anche la lettera di ringraziamento all'elezione (cart. 37160) riprodotta in questa pagina.