opere di shakespeare

William Shakespeare: artista, o artigiano?

In occasione della nuova edizione di Tutte le opere, Bompiani

Giovedì 16 maggio 2019, ore 9.30 e ore 15.00


Saluti 
Massimo Mori, Presidente dell'Accademia delle Scienze

Introduce 

Franco Marenco, Accademia delle Scienze 

Intervengono 

Daniele Borgogni (Torino), Luigi Marfè (Padova), Rosanna Camerlingo (Perugia), 
Rossella Ciocca (Napoli), Carla Pomarè (Vercelli), Claudia Corti (Firenze), Michele Stanco (Napoli), Masolino D’Amico (Roma),
Mario Domenichelli (Firenze),

Giuliana Ferreccio (Torino), Chiara Lombardi (Torino), Luca Manini (Reggio Emilia),   Caterina Ricciardi (Roma), Ilaria Rizzato (Genova), Camilla Caporicci (Padova)


 

 

Scarica il programma completo


Da provinciale inurbato nella grande Londra di fine Cinquecento, William Shakespeare era considerato, e si considerava, come un artigiano dello spettacolo teatrale, al pari di altri scrittori, attori e impresari capaci di imprimere il proprio nome su un genere rimasto fino allora praticamente anonimo. 
Fu la sua straordinaria maestria della parola a farne un insuperato artista, e fu l'eccezionale successo presso il pubblico dei teatri popolari e presso la corte di Elisabetta I, e poi delle platee di tutto il mondo, a farlo riconoscere come il maggiore drammaturgo dell’età moderna, oltre che raffinatissimo, enigmatico poeta.
 

 

Sala dei Mappamondi, Via Accademia delle Scienze 6

 

 

in collaborazione con