Regolamento

Estratto del regolamento del Premio Martinetto

  1. Con i redditi del capitale donato dalla Signora Gorgone Stefanina ved. Martinetto perché venga attuata la volontà testamentaria del proprio coniuge a lei premorto, è istituito un premio biennale intestato ai nomi di Giuseppe e Aristide Martinetto.
  2. Il premio, indivisibile, dovrà rappresentare un riconoscimento ed una pubblica segnalazione a favore di un cittadino italiano vivente che, con atti o con manifestazioni di pensiero, anche andando contro corrente e affrontando con coraggio l’impopolarità, abbia operato: a) per la salvaguardia dei tradizionali principi e valori civili individuali, oppure b) per la eliminazione del malcostume e dell’opportunismo, oppure c) per la difesa dei diritti dei cittadini.
    La Commissione incaricata delle scelta del premiato da proporre agli organi dell’Accademia       non terrà esclusivo conto dei meriti strettamente scientifici, che pure troveranno ampio             riconoscimento per la loro importanza, ma dovrà attribuire un peso prevalente agli atti ed             alle manifestazioni di pensiero di cui alle lettere a), b) e c).

Gli atti e le manifestazioni di pensiero che, valutati nell’osservanza dello spirito delle disposizioni testamentarie del dott. Martinetto, condurranno all’attribuzione del premio, dovranno esser concretamente indicati nella delibera di assegnazione del premio stesso e congruamente ricordati al momento della sua consegna.

  1. ..............
  1. L’assegnazione, la proclamazione e la consegna del premio avverranno secondo la seguente procedura: entro il secondo mese dell’anno accademico per il quale il conferimento del premio è stato deliberato dal Consiglio di Presidenza dell’Accademia, detto organo procederà alla nomina della Commissione giudicatrice che sarà composta dal Presidente pro tempore dell’Accademia o da un suo delegato, e da quattro soci nazionali, dei quali due designati dalla Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali e due dalla Classe di Scienze morali, storiche e filologiche.
    Il Presidente dell’Accademia inviterà quindi i Soci nazionali residenti e non residenti      dell’Accademia, i presidenti delle maggiori accademie italiane e le persone alle quali in   passato è stato conferito il Premio Giuseppe ed Aristide Martinetto, ad indicare i nomi di  cittadini che siano ritenuti meritevoli di essere presi in considerazione. Le designazioni, con le relative motivazioni, dovranno pervenire in plico chiuso al Presidente dell’Accademia entro il mese di aprile dello stesso anno accademico. La Commissione giudicatrice potrà proporre l’assegnazione del premio anche indipendentemente dalle proposte pervenute.
    Entro il successivo mese di maggio, la Commissione giudicatrice dovrà presentare la sua             proposta motivata, che verrà sottoposta alla decisione dell’Accademia convocata a Classi        unite.
    Il premio non potrà essere conferito ad un socio nazionale dell’Accademia delle Scienze di        Torino.
    I membri della Commissione giudicatrice presteranno la loro opera gratuitamente.
    La proclamazione del vincitore del premio e la sua consegna avverranno in una seduta    solenne dell’anno accademico successivo.