Un'antica grammatica piemontese

#l'accademianonsiferma

Nel 1783 il medico piemontese Maurizio Pipino (1739-1788) pubblica una "Gramatica piemontese", la "prima regolamentazione scritta della lingua piemontese".

L'opera è dedicata a "Sua Altezza Reale Maria Adelaide Clotilde Saveria di Francia, principessa del Piemonte", sorella minore di Luigi XVI e moglie del futuro sovrano sabaudo Carlo Emanuele IV che, arrivata a Torino, aveva imparato il dialetto e "si degna tuttora di parlarlo".

L’opera è divisa in 4 capitoli:

Dell’alfabeto piemontese;

Delle pronunzie piemontesi;

Articoli, segnacasi, generi e declinazioni;

Conjugazione de’ verbi.

È inoltre arricchita da un Breve discorso circa la terminazione de’ verbi, da un’Appendice, da alcune Lettere piemontesi-italiane.

Ma perché all'Accademia delle Scienze si conservano dei libri in piemontese?

Questa e altre opere sono arrivate grazie al lascito di Vincenzo Armando (1858-1928) che ricoprì dal 1896 la carica di bibliotecario (dopo essere stato archivista del Duca di Genova e della Deputazione di Storia Patria). Bibliofilo, appassionato della produzione letteraria piemontese, tanto quanto il ben più noto Silvio Simeom (1884-1948), donatore dell’omonima collezione conservata nell’Archivio Storico della Città di Torino. La collezione Armando, ora nella biblioteca dell’Accademia delle scienze di Torino, è una delle più cospicue raccolte di letteratura in piemontese e dei relativi studi linguistici: quasi 1800 documenti che contribuiscono efficacemente alla conoscenza di questo dialetto. Nella raccolta trovano posto le edizioni settecentesche delle Poesie piemontesi di Ignazio Isler, le Canzoni di Angelo Brofferio, le composizioni di Giuseppe Frioli e di Giovanni Ignazio Pansoya, i romanzi di Luigi Rocca e di Carlo Alberto Occhetti, ma anche i componimenti in occasione delle nozze di Maurizio Bertetti e i volumi di poesie di Alberto Arnulfi (Fulberto Alarni), di Alberto Viriglio, di Leone Fino (Rico), di Oreste Fasolo, di Alfonso Ferrero.

Nel 2009 l'Accademia ha pubblicato con l'editore Olschki il catalogo del fondo.

 

vai all'indice dei Libri e documenti antichi da leggere

 

Gramatica Piemontese di Pipino
Gramatica Piemontese di Pipino particolare
Coperta libri armando