BiblioYoung

BIBLIOYOUNG - A SPASSO TRA LE BIBLIOTECHE TORINESI (NEW!)

Un tour di approfondimento e conoscenza delle biblioteche di Torino.

Costo: gratuito

Destinato a: secondo ciclo di istruzione (in particolare classi del triennio)
Quando: il terzo giovedì del mese da gennaio a maggio
Durata: minimo tre ore 
Numero massimo di allievi: 28
Dove: l'attività si svolge in tre/quattro biblioteche del centro della città

_______________________________________________
Attraverso la narrazione delle collezioni conservate e la storia della biblioteca, i bibliotecari coinvolti accompagnano i ragazzi alla scoperta di quattro luoghi della cultura torinese: una biblioteca civica (Biblioteca Civica Torino Centro), una universitaria (Biblioteca storica di ateneo “A. Graf”), e due specialistiche e di conservazione (Accademia delle Scienze e Biblioteca di storia e cultura del Piemonte “G. Grosso”).

Il progetto consente agli studenti di  avvicinarsi al mondo delle biblioteche in previsione degli studi universitari con approfondimenti sui cataloghi on line, sul libro antico e sulla sua conservazione. 

Il percorso è anche occasione di approfondimento della conoscenza della città in chiave turistica, poiché le biblioteche coinvolte hanno sede in edifici di rilevanza storica.
 

Possibilità di aggiungere moduli pomeridiani per il riconoscimento di ore valide per percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (ex Alternanza).

Per info mail@ biblioteca@accademiadellescienze.it

___________________________________________

LE BIBLIOTECHE COINVOLTE:
 

Biblioteca dell’Accademia delle Scienze di Torino

La biblioteca dell’Accademia delle Scienze è tra le più antiche e ricche di Torino. Ospitata fin dalle sue origini nell’ex Collegio dei Nobili, un palazzo seicentesco nel centro della città, deve la sua nascita alla costituzione nel 1783 dell’Accademia delle Scienze.
Le prime collezioni derivarono dai cambi librari con altre accademie e istituzioni scientifiche europee nonché dal lascito di intere collezioni private. Oggi la biblioteca ha un patrimonio stimato di circa 300.000 volumi: le sale auliche del primo piano nobile, con decorazioni settecentesche ed ottocentesche, i famosi globi del Coronelli, nonché le preziose librerie a tutt’altezza, costituiscono un tassello di rara bellezza nel panorama culturale torinese.
 

Biblioteca Civica Torino Centro

Dal 2016 la Biblioteca ha sede nello storico Palazzo Siccardi. Le evidenze archeologiche attribuiscono alle prime fasi insediative dell’area una domus romana. In epoca rinascimentale i preesistenti edifici subirono numerosi rimaneggiamenti, finché tra il 1721 e il 1722 Michele Antonio Siccardi lo fece ricostruire.

La Biblioteca annovera oggi più di 27.000 documenti (di recente pubblicazione) tra volumi, opuscoli e materiale audiovisivo. Sono attivi una sezione dedicata ai bambini, ragazzi e giovani adulti e un laboratorio informatico.

 

Biblioteca storica di ateneo "Arturo Graf" - Università degli Studi di Torino

La Biblioteca Storica di Ateneo “Arturo Graf” ha sede nel centro di Torino, nel Palazzo del Rettorato voluto da Vittorio Amedeo II, inaugurato nel 1720 e alla cui realizzazione hanno contribuito i più insigni architetti del barocco piemontese.

Già Biblioteca Nazionale Universitaria, poi della Facoltà di Lettere, la Biblioteca ha oggi un patrimonio di circa 200.000 volumi tra cui rare prime edizioni e testi del Cinquecento, Seicento e Settecento per arrivare sino ai libri contemporanei, di ogni ramo delle scienze umanistiche: letterario, filologico, linguistico, storico-filosofico, artistico. 

 

Biblioteca di storia e cultura del Piemonte "Giuseppe Grosso"

130.000 volumi e opuscoli; 11 incunaboli; 350 edizioni del Cinquecento; 150 manoscritti; 254 spartiti musicali; 1.200 tesi di laurea; 2.273 periodici, di cui un centinaio correnti; 347 carte geografiche; 482 stampe; 375 unità di grafica d’autore; 1.000 fotografie; 43 fondi archivistici: è questo il grande patrimonio custodito nella Biblioteca di Storia e Cultura del Piemonte, situata nel solenne Palazzo Cisterna, già abitazione dei principi Dal Pozzo della Cisterna e poi dei Savoia duchi d’Aosta, oggi sede della Città metropolitana di Torino e fino al dicembre 2014 della Provincia di Torino.